I 10 ALBUM PIÙ ATTESI DEL 2019 + MENZIONI

Il nuovo anno è appena iniziato e questo significa che è il momento di prepararci alle nuove uscite discografiche stilando una lista dei 10 album più attesi del 2019. Questa si prospetta un’annata particolarmente intensa, piena di dischi interessanti e possibili ritorni. Iniziamo con quelli annunciati e per i quali è già prevista una data di rilascio e proseguiamo con quelli che speriamo arrivino, ma non c’è ancora molto di certo.

The Japanese House - Good At Falling
50
Amber Bain, in arte The Japanese House, è uno dei progetti solisti più interessanti dell’indie pop attuale. La teniamo d’occhio da quando, nel 2015, è stata presentata dai The 1975 come loro prediletta, ma sicura di dover ancora trovare la propria identità musicale si è trattenuta dal pubblicare l’atteso album di debutto. Dopo quattro EP entusiasmanti nei quali ha già dimostrato una crescita artistica, la cantante e musicista inglese ha deciso che il momento era arrivato, annunciando Good At Falling, la quale uscita è prevista per marzo. Ad anticiparlo ci sono i singoli Lilo e Follow My Girl.
GOMMA - Sacrosanto
75
Dopo aver aperto dei concerti per band internazionali come i Nothing, i Gomma, quartetto di Caserta dalle attitudini emo e post-punk si avvicina al secondo album, Sacrosanto, la quale uscita è prevista per gennaio. Loro lo descrivono come “una riflessione spirituale su chi siamo e cosa abbiamo fatto per noi e per gli altri. Un “secondo” debutto in cui si trasfigurano ricordi, gioie e dolori in pavimenti scivolosi dai quali rialzarsi a fatica, crepe di una casa che cade a pezzi, in rifugi che non danno alcuna difesa, in pareti e scale che si arrampicano dal passato su di noi”. Ad anticiparlo ci sono i singoli Verme e Fantasmi.
American Football - American Football
70
Dopo essere tornati con LP2, il loro primo album in diciassette anni, la band colosso dell’emo American Football ha, a quanto pare, intenzione di riprendere la propria attività a tutti gli effetti. Nel 1999 il loro omonimo debutto ha fatto la storia e negli anni il suo culto non ha fatto altro che aumentare. Fortunatamente, non dovremo aspettare - quasi - altri due decenni per ascoltare LP3, in uscita a “soli” tre anni di distanza dal predecessore, nel marzo 2019. La band ha già svelato alcune collaborazioni tra le quali spiccano Haley Williams dei Paramore e Rachel Goswell degli Slowdive. Ad anticiparlo il singolo Silhouettes.
Jessica Pratt - Quiet Signs
60
Jessica Pratt è, per noi, un nuovo volto dell’intimismo folk. In realtà lei ha già pubblicato due album, ma è solo con Quiet Signs, terzo album la quale uscita è prevista per febbraio, che passa sotto i nostri radar, rapendoci con entrambi i singoli che anticipano il progetto, This Time Around e Poly Blue, tutti addolciti da un sound anni 70′ sbiadito e da una psichedelia soft. Insomma, la Pratt è riuscita a suscitare in noi una certa curiosità.
Lana Del Rey - Norman Fucking Rockwell!
70
Sono ormai anni che Elisabeth Grant, in arte Lana Del Rey, ci propone lo stesso miscuglio di suoni, continuando a passare strati di vernice sopra lo stesso personaggio, quello della diva decadente degli anni 60′, che vorrebbe evolversi ma non ci riesce. Il tempo passa e le suggestioni del suo debutto, Born To Die, sono già state esplorate e nel frattempo le deviazioni mainstream di Lust For Life sono state poco originali ed inopportune. Finalmente, la situazione sembra cambiare e con l’annuncio del nuovo album, Norman Fucking Rockwell, in uscita nel 2019, Lana Del Rey sembra aver capito quale scelte musicali intraprendere per lasciarsi alle spalle il passato e continuare a brillare come artista, facendosi affiancare dal produttore Jack Antonoff aka Bleachers. Il nuovo sound dei singoli Mariners Apartment Complex e Venice Bitch le appartiene, ma allo stesso tempo si avventura su territori meno scontati e lunghezze più alternative, come quella della psichedelia pop.
The 1975 - Notes on a Conditional Form
Il secondo ed ultimo capitolo di Music For Cars arriverà nella seconda metà del 2019 e s’intitola Notes On A Conditional Form. Il loro ultimo album, A Brief Inquiry Into Online Relationships, è uscito a novembre ed è stato da noi molto apprezzato, ma la band capitanata da Matty Healy, stavolta, ha pensato ad un progetto ancora più inclusivo che prevede due album interconnessi tra loro che insieme formeranno un’era discografica distinta e nuova. Per i The 1975 c’è sempre posto.
Grimes - Miss_Anthrop0cene
Grazie alla sua autonomia ed al suo eclettismo musicale, Grimes fa parte di quegli artisti multiformi, capaci d’intraprendere qualsiasi percorso musicale. Il suo ultimo album, Art Angels, risale al 2015 e da allora abbiamo sentito le sue produzioni nella soundtrack del film della Marvel Suicide Squad, nell’ultimo album di Janelle Monae ed in quello di Poppy. Dopo delle incomprensioni con la sua etichetta, a novembre esce il singolo We Appreciate Power che conferma il suo ritorno da solista per il 2019, e ci presenta nuove sonorità che un attimo tendono al nu-metal revival futuristico e quello dopo ad un glam elettronico fatato fatto di synth scintillanti.
FKA twigs - Magdalene
Anche il 2018 è stato un anno relativamente silenzioso per la cantautrice, produttrice e ballerina FKA twigs. Dopo il singolo Good To Love del 2016 ci si aspettava a breve un seguito al bellissimo debutto LP1 del 2014 e all’EP M3LL155X del 2015, ma così non è stato. twigs ha preferito dedicarsi prima al ballo e dopo tornare in studio. Sfortunatamente, a maggio dell’anno scorso, l’artista - che solitamente è sempre molto riservata sulle vicende della vita privata - ha rivelato come a bloccare i suoi piani ci sia stata una malattia piuttosto grave. Tornata in forza dopo una lunga convalescenza l’abbiamo potuta rivedere nell’ultimo album di A$AP Rocky e nella pubblicità della Apple insieme alla musica di Anderson .Paak e alla regia di Spike Jonze. Il 2019 offre nuove promesse silenziose, ma sono meglio di niente, dato che twigs ha già reso nota la sua partecipazione a festival estivi come il Primavera Sound.
Coma_Cose - Hype Aura
45
Il duo Coma_Cose ci stuzzica ormai dal 2017 con singoli sempre diversi tra loro che spaziano dall’hip-hop fino all’it-pop. E’ passato ormai abbastanza tempo dal loro primo EP Inverno Ticinese e da allora hanno battuto tantissimi palchi italiani. I Coma_Cose sono sempre in studio e le possibilità che ciò a cui stiano lavorando si trasformerà finalmente in un album sono buone. Non vediamo l’ora di capire come si confronteranno col fatidico esordio.
Billie Eilish - WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO?
60
Billie Eilish è un fenomeno davvero interessante. Ultimamente, la giovanissima cantante americana è esplosa sul web a livello mondiale, riuscendo ad incassare successi su successi con un singolo dopo un altro. Nel 2017 ha pubblicato l’EP don’t smile at me e da allora non si è più fermata, intraprendendo tour infiniti, conquistando l’attenzione di tutti ed il titolo di “migliore promessa della musica pop”. Sicuramente è nella lista e a determinarlo, una volta per tutte, sarà l’album di debutto, con il quale non si è ancora confrontata. lovely, you should see me in a crown e when the party’s over potrebbero proprio essere i singoli principali di un primo album che, onestamente, ci starebbe tutto in questo 2019.
Solange - When I Get Home
55
Ad ottobre, l’icona dell’rnb Solange aveva iniziato a stuzzicare l’attenzione affermando che il suo quarto album sarebbe arrivato da lì a poco, nell’autunno. L’autunno è già passato da un pezzo ed il seguito del suo apprezzato A Seat At The Table del 2016 non è ancora arrivato. Eppure, sembra già finito e l’artista l’ha descritto come “più caldo rispetto al composto album precedente. Molto jazz nella sua essenza, ma con accenni elettronici ed hip-hop nella batteria e nei bassi per mantenerlo esplosivo”. Chissà, le probabilità che potremo sentirlo nel 2019 sono discretamente alte.
Vampire Weekend - Father of the Bride
65
Sono ormai cinque anni che gli ascoltatori dell’indie rock aspettano il ritorno dei Vampire Weekend, band che fino ad ora non sembra aver suscitato disappunto con nessuno dei loro tre album. L’ultimo di questi, Modern Vampires Of The City del 2013, è stato persino premiato con un Grammy. Dopo che uno dei membri principali ha deciso di lasciare la band, l’attesa per il nuovo album non ha fatto altro che prolungarsi ed il loro ritorno in live di quest’estate non si è tramutato in nuova musica come molti speravano. Ad ogni modo, i Vampire Weekend hanno confermato che il loro quarto album è pressoché finito e potremo ascoltarlo nel 2019.
BROCKHAMPTON - GINGER
85
iridescence, l’ultimo album dei Brockhampton, è uscito a settembre e si è posizionato altissimo nella nostra classifica dei migliori album dell’anno, ma sappiamo che il contratto con la RCA firmato dalla boy-band americana prevede sei album in totale nel corso dei prossimi tre anni. E’ quindi altamente probabile che nel 2019 pubblichino più di un album e concludano la trilogia The Best Years Of Our Lives. Al momento non c’è nessuna conferma da parte dei diretti interessati, ma sicuramente ci saranno tante sorprese.
Chance The Rapper - The Big Day
Nell’estate del 2018 Chance The Rapper ci ha regalato quattro nuove canzoni, le prime dopo il mixtape/album Coloring Book del 2016. Poi, nell’autunno, ha deciso di farcene ascoltare altre due. Non è chiaro cosa il rapper di Chicago abbia esattamente in mente, ma queste nuove tracce potrebbero essere il preludio per un album nel 2019.
Comments
Sign in to comment
No one has said anything yet.
Likes (1)
Manfre93Singles

September Playlist
Forums
Vinyl Me, Please